FANDOM


Il Collettivo Juggernaut è un gruppo globale di hacktivisti dedito all'esposizione e il combattimento della corruzione. Il Collettivo prende di mira gli Illuminati in particolare, che sono spesso responsabili della corruzione che combattono. L'organizzazione è guidata da un misterioso hacker conosciuto come Janus.

Informazioni

Il Collettivo Juggernaut ha origine agli inizi degli anni 2020 quando un hacker conosciuto come "Eli" ha postato un messaggio di chiamata alle armi sul Darknet invitando diversi hacker a unirsi a lui nell'attaccare, esporre e rovinare i piani delle persone più potenti del mondo.

Il gruppo fece il suo debutto sulla scena dell'hackeraggio nel 2025. Durante un evento sponsorizzato dalle Industrie Page, hanno dirottato i "processori atmosferici" utilizzati per modificare il meteo a Parigi, rovinando così l'evento. Sin da questo debutto, il Collettivo si è fatto strada attraverso la lista delle organizzazioni più ricercate dall'NSA.

In questo periodo, "Eli" venne rimpiazzato da un nuovo hacker sconosciuto: "Janus".

Sotto la guida di Janus, il Collettivo aumentò la propria efficacia. Il Collettivo è responsabile della bancarotta di due compagnie, di aver abbattuto il sistema di intelligence siriano e bloccato il sistema di semafori di Seattle. Il gruppo è legato ai Nuovi Figli della Libertà, che supporta e aiuta nell'evitare di attirare l'attenzione dei servizi segreti mondiali. In cambio, la NSF provvede personale per operazioni terrestri.

Attività contro gli Illuminati

Sotto la guida di Janus, il Collettivo è diventato un formidabile avversario degli Illuminati.

Nel 2027, il Collettivo riesce ad accedere al Killing Floor, un sistema informatico utilizzato dagli Illuminati per dare ordini ai Tiranni. Dal Killing Floor, il Collettivo riesce a scoprire i piani degli Illuminati di assassinare BIll Taggart, il leader del gruppo attivista contro i potenziamenti del Fronte Umanitario, in Svizzera. L'assassinio, se di successo, avrebbe reso Taggart un martire per la sua causa e avrebbe spinto le Nazioni Unite al voto su maggiori regolamentazioni sui potenziamenti. Un gruppo composto da membri del Collettivo e della NSF viaggiano in Svizzera per sventare l'assassinio. Ciònonostante, il Collettivo viene duramente colpito dopo che uno dei suoi membri, D-Bar, lo tradisce, portando alla morte di diversi membri del gruppo.

Nel 2028, il Collettivo fa trapelare dettagli incrimanti riguardanti la Rifleman Bank Station, una struttura illegale di proprietà della Belltower Associates, che affiliata agli Illuminati utilizza la stazione per creare droni Hyron. La fuoriuscita di informazioni è il culmine dell'investigazione del membro Garvin Quinn. Come risultato, la Belltower va in bancarotta, forzando gli Illuminati a cercare altri operativi per eseguire le loro operazioni segrete.

Più tardi nel 2028, il Collettivo recluta Adam Jensen con l'intenzione di schierarlo per investigare nella Divisione di Praga della Task Force 29, dopo che Janus e il Collettivo hanno realizzato che questa è in realtà guidata dagli Illuminati. Entro il 2029, Jensen si unisce alla TF29 a Praga. Tuttavia, sembra che gli Illuminati abbiano lasciato che ciò accada, considerando che Joseph Manderley, direttore della TF29 e membro degli Illuminati, ha accettato personalmente la presenza di Adam.

La reazione degli Illuminati

Poco dopo la missione del Collettivo in Svizzera, finita con la scomparsa delle reclute del Juggernaut Ben Saxon e Anna Kelso, il leader degli Illuminati Lucius DeBeers dichiara che il Collettivo è stato smantellato e che Janus non ha più alcuna importanza.

Un anno dopo, DeBeers confessa a Beth DuClare che ha cantato vittoria troppo presto. DeBeers ha anche realizzato che le azioni del Collettivo sono il lavoro di Janus, che DeBeers riconosce come una figura non comune. DuClare lo rassicura, spiegandogli che ha formulato un piano per occuparsi del Collettivo Juggernaut, ingaggiando un "gioco subdolo e lungo" per avvicinarsi al leader Janus. Nella scena a metà dei crediti finali di Mankind DIvided, viene rivelato che il piano degli Illuminati consiste nell'uso di Adam Jensen per avvicinarsi e svelare Janus.

Struttura organizzativa

Il Collettivo Juggernaut sembra mancare di una vera e propria gerarchia o di una catena di comando. Stando a Garvin Quinn, il Collettivo è uno sforzo collaborativo per lavorare assieme contro le stesse forze. Nonostante Janus sia generalmente considerato il leader agli occhi degli osservatori esterni, Quinn preferisce considerare il ruolo di Janus come uno la cui voce ha "leggermente più peso" rispetto agli altri.

Stando a Quinn, le decisioni del Collettivo vengono prese dalla maggioranza, non da una sola persona. Nonostante ciò, a causa di diverse difficoltà pratiche nel riunirsi senza problemi e senza venire scoperti, questo molto probabilmente si applica solamente alle decisioni più importanti per il gruppo. In Deus Ex: Black Light, Janus tiene un incontro virtuale con dei membri del Collettivo per discutere del reclutamento di Adam Jensen, ma la durata del meeting è limitata per evitare di venire tracciato.

Curiosità

  • Un juggernaut è una forza letterale o metaforica considerata distruttiva e inarrestabile.
  • Un eBook in Deus Ex: The Fall collega il gruppo hacker della "Banda dei Cinque" con la leadership del Collettivo Juggernaut.
  • In Deus Ex: Mankind Divided, Jensen posside un regalo di benvenuto in un campartimento nascosto della sua abitazione negli Apaartamenti Zeleň. Il regalo mostra vari luoghi attorno a Praga, segnalati con il simbolo del Collettivo.
  • Il gruppo condivide molti aspetti con il reale gruppo di hacktivisti di Anonymous, come l'anonimita e l'uso di alias, così come un senso di giustizia nella ricerca ed esposizione di corruzione.
I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.