FANDOM


James "Jim" Miller è il direttore della Divisione Europa Centrale della Task Force 29, una forza anti-terroristica internazionale fondata dall'Interpol a seguito dell'Incidente. Jim è il capo di Adam Jensen in Deus Ex: Mankind Divided e il fumetto Deus Ex Universe: Children's Crusade.

Biografia

Prima dell'Incidente nel 2027, Miller era parte del Tactical Assault Group australiano (TAG, un'unità anti-terroristica) ed era descritto come un eccellente tiratore scelto dai suoi colleghi. Dopo il suo lavoro nella TAG, è entrato a far parte della Task Force 29.

Entro la fine del 2029, Miller ha sposato Neil Mayhew-Smith ed hanno adottato due figli: Susie e Ethan. Tuttavia, entro la del 2029 la coppia ha attraversato un divorzio travagliato, in cui i due figli vivevano con Neil, e Miller ha negato il permesso di operare la propria figlia, la cui spina dorsale aveva dei problemi.

Lavoro nella Task Force 29

All'inizio del 2029, Miller riesce a fornire a Christian Jarreau, il comandante della TF29 in nord America, delle informazioni riguardante il mercato nero delle armi di Detroit e di un mercante conosciuto come Sheppard. L'unità di Jarreau cerca di intercettare Sheppard, ma fallisce.

In qualità di direttore del ramo dell'organizzazione a Praga, Miller fa da capo a Adam Jensen. Nonostante Jensen sia nominalmente parte dell'unità guidata da Duncan MacReady, Miller preferisce schierare Jensen soltanto in missioni specifiche, per il fatto che Jensen sia l'unico agente sul campo potenziato nell'unità. Il trattamento speciale che Miller concede a Jensen causa risentimento in MacReady.

Miller stesso fa rapporto direttamente a Joseph Manderley, il direttore dell'intera Task Force 29. Alla fine del 2029, Manderley ordina a Miller di schierare la propria unità a Dubai per intercettare un traffico d'armi tra Sheppard e i Jinn. Qui, l'unità di Miller è testimone di un'imboscata degli Agenti Ombra. Più tardi, a Praga, la Stazione Růžička viene colpita da un attentato terroristico di cui non si conosce l'organizzatore. Manderley ordina a Miller di incolpare la Coalizione per i Diritti dei Potenziati (ARC) per l'attentato, così come per l'attacco precende a Dubai, ed anche di un attacco non ancora accaduto in nord America ad una struttura della VersaLife, nonostante nessuno di questi eventi abbia a che fare con l'ARC. Adam Jensen scoprirà più tardi che le azioni di Manderley sono controllate da Bob Page, un membro degli Illuminati.

Più tardi, Miller di reca a Londra con la sua unità per fermare un attacco di Viktor Marchenko (nuovo leader dell'ARC scelto appositamente dagli Illuminati) all'Apex Centre. Durante la missione, Jensen perde i contatti con Miller, che troverà più tardi nell'area catering del centro, gravemente ferito dagli uomini di Marchenko, che lo hanno costretto a bere una sostanza sperimentale letale conosciuta come Orchid.

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.